Newsletter

03/10/2016

 

Il Ministero della Giustizia, ai sensi dell'art. 5, comma 6 del DPR  n. 169/2005, ha indetto le elezioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale Ingegneri, fissando per il giorno 14 Novembre 2016 la data delle votazioni.

 

Le candidature dovranno pervenire alla Segreteria del Consiglio Nazionale Ingegneri esclusivamente il giorno 24 Ottobre 2016.

 

Si allega la Circolare CNI n.795 con tutte le indicazioni sulla corretta presentazione della propria candidatura.

 

 

 

19/09/2016

Oggetto: Circ. CNI n. 784 “Nuovo accordo Stato – Regioni in materia di percorsi formativi per RSPP”

Fonte: Consiglio Nazionale Ingegneri

 

Allegato: Circolare

 

12/09/2016
SISMA CENTRO ITALIA. L'ordine degli Ingegneri di Fermo chiarisce alcuni temi

SISMA CENTRO ITALIA. L'ordine degli Ingegneri di Fermo chiarisce alcuni temi

Gli eventi sismici di fine agosto verificatisi nel centro Italia hanno riportato alla luce i tragici fatti accaduti nel nostro paese in tempi relativamente recenti. Negli ultimi decenni, nonostante le norme sulle costruzioni abbiano subito una notevole evoluzione, continuiamo ad assistere a tragedie causate da eventi sismici.

La penisola italiana è uno dei Paesi a maggiore rischio sismico nell’area del Mediterraneo ed il verificarsi di questi fenomeni naturali ha messo in risalto ancora una volta la vulnerabilità di larga parte del patrimonio edilizio esistente in quanto si è assistito alla rottura degli elementi strutturali portanti di numerosi edifici pubblici e privati e, di conseguenza, al collasso degli stessi.

Ma come si definisce un edificio antisismico?

È proprio nella risposta a questa domanda che entra in gioco la figura professionale dell’ingegnere con esperienza in ingegneria sismica, materia ampia che include sia l’ingegneria strutturale che quella geotecnica.

A livello normativo, le costruzioni ex-novo, dall’entrata in vigore delle nuove norme tecniche, devono essere progettate considerando determinati valori dell’accelerazione sismica attesa al sito di riferimento, valutata con criteri probabilistici e in riferimento alle caratteristiche specifiche del sito.

Per quanto riguarda le costruzioni esistenti, le NTC 2008 (DM  14/01/2008) introducono, i concetti di intervento locale, miglioramento sismico e adeguamento sismico, con un grado crescente di sicurezza sismica, impatto sull'edificio e spesa complessiva per gli interventi.  LA NORMA PREVEDE L'OBBLIGO DI ADEGUAMENTO SISMICO PER GLI EDIFICI RESIDENZIALI PRIVATI ESCLUSIVAMENTE IN CASO DI PARTICOLARI E BEN DEFINITE TIPOLOGIE DI MODIFICHE DELL'EDIFICIO (AMPLIAMENTI, SOPRAELEVAZIONI, MODIFICA DI DESTINAZIONE D'USO CON AUMENTO DEI CARICHI IN FONDAZIONE, ECC).

La notevole differenza tra il miglioramento e l’adeguamento sismico riguarda l’obiettivo finale, SCELTO DAL PROPRIETARIO, DI CONCERTO CON IL PROGETTISTA: infatti, la riparazione o intervento locale riguarda semplicemente singole porzioni della struttura ma non modifica il comportamento delle restanti parti della struttura né il comportamento globale, mentre il miglioramento prevede interventi atti ad aumentare la sicurezza strutturale esistente, senza però dover raggiungere livelli di prestazione richiesti dalle normative vigenti; nel caso di adeguamento sismico invece, tutti gli interventi apportati devono contribuire a raggiungere i livelli di sicurezza richiesti dalle norme vigenti.

La riduzione della vulnerabilità sismica del nostro patrimonio edilizio può derivare solo da una sensibilizzazione rispetto al problema concreto della sicurezza degli edifici E da un’incentivazione di tipo economico –fiscale.  Ad oggi la detrazione del 65% copre l’adeguamento sismico di edifici ad uso abitativo risultanti come prima casa o destinati ad attività produttive ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità.

Diventa sempre più necessario associare ad un fabbricato un determinato livello di rischio sismico che tenga conto sia delle caratteristiche del fabbricato che del sito in cui si trova. Tale modello per la classificazione del patrimonio esistente, sul quale il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sta lavorando, costituirà un primo passo per migliorare la percezione del rischio sismico da parte dei proprietari dei fabbricati.

A questo proposito la Rete delle Professioni Tecniche, di cui gli Ingegneri, tramite il Consiglio Nazionale, sono parte integrante, ha trasmesso alla Presidenza del Consiglio una “Proposta per la definizione di un piano di prevenzione del rischio sismico”. Il Piano propone sostanzialmente tre fasi: Monitoraggio del livello di vulnerabilità di ciascun edificio rientrante nel patrimonio edilizio, emanazione di un Fascicolo del fabbricato, specifico per ogni edificio, come strumento dinamico di conoscenza dell'esistente, Certificazione sismica Obbligatoria a cura di tecnici abilitati.

Occorre sensibilizzare tutta la società per far comprendere che investire sulla propria abitazione per opere ed interventi riguardanti la sicurezza strutturale è da considerarsi come un valore aggiunto e non solamente mero ed oneroso “precetto” normativo da adempiere.

L’ingegnere è la più qualificata figura professionale ALL'INTERNO DEL MONDO DELLE COSTRUZIONI, CHE HA UNA SOLIDA e specifica FORMAZIONE IN AMBITO SISMICO E che PERTANTO può fornire una valutazione del comportamento di una struttura sotto LE SOLLECITAZIONI INDOTTE DAI TERREMOTI, CHE ORAMAI SI SUSSEGUONO CON UNA CERTA REGOLARITA'.

UN INGEGNERE, COME OGNI BUON MEDICO, CON L'AUSILIO DI ADEGUATE ANALISI DELLE STRUTTURE E VERIFICHE NUMERICHE, E' IN GRADO DI IDENTIFICARE I PUNTI DI DEBOLEZZA DELLA STRUTTURA E PROGETTARNE IL RINFORZO, IL RECUPERO E L'ADEGUAMENTO, A GARANZIA DELLA SALUTE DEI FRUITORI DEGLI EDIFICI E A SERVIZIO DELL'INTERA POPOLAZIONE.

E’ possibile convivere con i terremoti evitando ulteriori tragedie, salvaguardando il patrimonio edilizio italiano e l’incolumità di tutti. Gli ingegneri, come stabilito dal codice deontologico, mettono la loro professionalità a servizio della comunità.

 

Ordine Ingegneri di Fermo

Commissione Giovani

30/08/2016

Cari Colleghi,

 

nelle ore immediatamente successive all'evento sismico del 24/08/2016, che ha colpito in particolare le province di Rieti, Ascoli Piceno, l'Aquila e Perugia, il Consiglio Nazionale ha dato la piena disponibilità al Dipartimento della Protezione Civile a collaborare per le incombenze necessarie, mettendo a disposizione l'IPE (Ingegneri per la prevenzione e l’emergenza) e l'organizzazione ordinistica.

 

-  Visto che il nostro Ordine risulta essere tra quelli presi in considerazione per intervenire nell’immediato come evidenziato dall'Ufficio di Coordinamento CNI e dall'Associazione IPE,

-  Vista la Circolare del CNI n. 774/2016 con la quale il Consiglio Nazionale Ingegneri chiede di creare il data base dei tecnici ingegneri che intendono partecipare alle attività sul campo, indipendentemente dal fatto che siano formati come “agibilitatori” o meno,   

 

si chiede a tutti gli iscritti interessati di


- compilare il modulo cartaceo allegato alla circolare 774 del 26/08/16 ed inviarlo all’Ordine tramite pec  (ordine.fermo@ingpec.eu )  o fax ( 0734/220357) unitamente ad un documento di identità;

- compilare il modulo online seguendo il link:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSc2o5uqoVBSTT8gm9VJcilLBPIS_SXVoxZjMpQQ2FtxmtpW2g/viewform

 

Si fa presente che entrambi i moduli vanno debitamente compilati ed uno non esclude l’altro, sia per tecnici formati (agibilitatori) o meno.

 

Per gli agibilitatori che hanno già inoltrato la propria disponibilità tramite il modulo online pervenutogli dalla Federazione degli Ingegneri delle Marche, tale procedura va comunque eseguita.

29/07/2016

Si comunica che la Segreteria dell'Ordine rimarrà chiusa per le ferie estive dall'08 Agosto 2016 al 26 Agosto 2016 compresi. Riaprirà il 29/08/2016.

Si coglie l'occasione per augurare a tutti buone ferie.

20/07/2016

FONTE: GENERALI ITALIA SPA

 

OFFERTA RISERVATA AGLI ISCRITTI ALL'ALBO DEGLI INGEGNERI PER LO SVILUPPO DELLA PRODUZIONE NELL'AMBITO DELLA RESPONSABILITA' CIVILE PROFESSIONALE.

 

ALLEGATO: scheda e contatti

12/07/2016

Si comunica che giovedì 14/07/2016 la Segreteria dell'Ordine rimarrà chiusa per la partecipazione ad un seminario fuori sede.

Cordiali saluti

La Segreteria 

24/06/2016

I nostri Consiglieri al Congresso di Palermo con il Presidente Nazionale Ing. Armando Zambrano.

IMG_8926

30/05/2016

Si comunica che, Venerdì 03/06/2016, la Segreteria rimarrà chiusa.

09/03/2016

Si comunica che, in occasione delle prossime festività pasquali, la Segreteria resterà chiusa dal 29 marzo 2016 al 05 aprile 2016.

16/02/2016

Fonte: Ordine Ingegneri Ancona

Ancona 19 febbraio 2016 

programma
adesione

 

 

16/02/2016

Fonte: Ordine Ingegneri Ancona
Ancona 25 febbraio 2016

programma
adesione

11/02/2016

Fonte: AICARR

 

26 Febbraio 2016 ore 14:30

Presso Hotel Cosmopolitan Via Alcide De Gasperi – Civitanova Marche - Sala conferenze

CFP: 4 crediti formativi

 

14/01/2016

FONTE: Delegato Provinciale Inarcassa

 

04/01/2016

Si comunica che la scadenza per la compilazione e l'inoltro del modello di autocertificazione relativa all'anno 2015 è stata prorogata al 31 marzo 2016. 

21/12/2015

Il Consiglio dell’Ordine della Provincia di Fermo Augura a tutti Voi

 AUGURI

18/12/2015

La raccolta delle Norme CEI comprende più di seimila pubblicazioni in costante e continuo aggiornamento, per un valore di copertina totale pari a € 362.678,00. L’abbonamento alla raccolta completa ha un prezzo di riferimento, per singolo utente, pari a € 7.800,00.
Grazie alla convenzione stipulata dal CNI con il CEI agli ingegneri viene offerta la straordinaria possibilità di accedere all’intera banca dati delle norme CEI a soli 45 euro + IVA.

 

Visualizzate da 101 a 120 su 136 totali
« 1 2 3 4 5 6 7 »

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Fermo -  Via Brunforte n. 11– 63900 Fermo (FM) Cod.Fisc. 01854290440 

E-mail: info@ordineingegneri.fermo.it    PEC: ordine.fermo@ingpec.eu

tel 0734/228664    fax 0734/220357

Orari di apertura: Lunedì 15.00-18.00; Martedì Giovedi Venerdì 10.00-13.00; Mercoledì chiuso al pubblico

Fatturazione Elettronica: Codice Univoco Ufficio UFKVBD , Nome dell'Ufficio Uff_eFatturaPA  -  Soggetti allo split payment

  Cookie Policy